Adbusters

18 maggio, un #LAUGHRIOT Globale

Briefing Tattico n. 27

This article is available in:

Ehilà voi gatti selvaggi, sognatori abili e agitatori strategici ,

In un’improvviso voltafaccia, gli Stati Uniti hanno concesso una vittoria al movimento Occupy, trasferendo il vertice del G8 di maggio a Camp David, un' impenetrabile base militare nella zona rurale di Maryland. Wow! Pare che lo spettro di 50.000 occupanti pronti a sciamare con un elenco di richieste abbia trasformato la Showdown culminante di Chicago in un indietreggiamento umiliante del G8. E bravi! Dividere i vertici del G8 e la NATO è stata una mossa abile … ma ora abbiamo un profondo ripensamento tattico da fare. La questione principale è: seguiamo il consiglio di Mao ("quando il nemico si ritira, noi perseguiamo"), o quello di Sun Tzu ("Non perseguire un nemico che simula il volo")?

Abbiamo sentito opinioni convincenti da tutti i lati. Alcuni occupanti dicono che il movimento dovrebbe decidere per l’inseguimento e andare a fare un # OCCUPYCAMPDAVID contro ogni aspettativa … un mese di proteste, occupazione e accampamenti da nomadi nei boschi nelle vicinanze di Thurmont. Altri credono che sia meglio alzare la posta con un # OCCUPYCHICAGO: una mobilitazione ancora più grande che inizi con lo sciopero generale del Primo Maggio. Altri ancora sostengono un' insurrezione globale di sciami anarchiche attraverso un’imprevedibile tattico di ‘’dappertutto-allo-stesso tempo’ per tutto il mese di maggio.

Quando Ben Ali prima ha attaccato, per poi nascondersi dal suo popolo, fu deposto. Quando Mubarak ha rifiutato di negoziare, ed invece, ha cercato di battere il suo popolo, è stato deposto. Ora la Casa Bianca e il G8 ripetono gli stessi errori di autocrati dello scorso anno … in primo luogo, cercano di spaventarci con discorsi ‘tosti’ di ordinanze repressive anti-Occupy, con tecnologie di soppressione di folla, e la polizia paramilitare. Poi, si ritirano frettolosamente cercando la sicurezza di Camp David.

I leader del mondo fuggono da noi …e allora, cosa facciamo? Dobbiamo limitarci a ridere di loro?

Il 18 maggio, il giorno in cui i leader del G8 si incontreranno a Camp David, perché noi, il popolo del mondo, non organizziamo un # LAUGHRIOT. Facciamo sì che le risate si innalzino da tutte le città in tutto il mondo allo spettacolo dei leader mondiali che cercano di gestire la crisi dell'economia da dietro porte chiuse e recinzioni di filo spinato.

Ridere è una delle più potenti armi tattiche della guerra stessa … significa avere supremazia e la perdita della paura. Quindi, cerchiamo di tirare fuori la più grande commedia dei flash mob ululati con tanto feste di strada sfrenate e scherzi isterici, che il mondo abbia mai visto. Il 18 maggio potrebbe essere un punto di ribaltamento monumentale … un momento di ‘ahahaha!’ in cui la gente del mondo celebri un’epifania collettiva, e che da quel momento in poi, si inizi a pensare in modo diverso su come il mondo dovrebbe essere governato.

Agitatori, a prescindere da qualsiasi cosa decideremo di fare questa primavera, cerchiamo di volare come le farfalle, ma di pungere come le api! Pieghiamo il G8 e la NATO alla nostra volontà attraverso le tattiche d’urto e audaci mosse culturali che riescano a catturare la fantasia del mondo. Potremmo essere molto più vicini ad una Primavera Globale di quanto abbiamo mai potuto immaginare….

for the wild,
Culture Jammers HQ

OccupyWallStreet.org / Tactical Briefing #25 and #26 / OccupyWallst.org / G8Protest.org / OccupyChi.org / CANG8.org / Takethesquare.net / OccupyMay1st.org / MayDayNYC.org / Facebook / Twitter / Reddit

Translated by the Translator Brigades[email protected]

Adbusters 111 Cover

On Newsstands December 3

At last we’re in Winter. It’s the year 2047. A worn scrapbook from the future arrives in your lap. It offers a stunning global vision, a warning to the next generations, a repository of practical wisdom, and an invaluable roadmap which you need to navigate the dark times, and the opportunities, which lie ahead.

Subscribe to Adbusters Magazine